Tutte le news

Lettera ai Vescovi al termine del processo diocesano della causa di Beatificazione della Serva di Dio Luisa Piccarreta

14 ottobre 2006

14/10/2006
Commenta questo elemento

Eccellenza Reverendissima, carissimo Confratello,

desidero farLe giungere il mio saluto al termine dell’incontro che si è svolto a Corato dal 12 al 14 ottobre presso il Santuario Madonna delle Grazie, con alcuni responsabili dei gruppi di fedeli animati dalla spiritualità della Serva di Dio Luisa Piccarreta presenti nel mondo.

    Sono stati giorni vissuti nella preghiera, nella meditazione e nella condivisione delle personali esperienze di animazione dei gruppi.

    Conclusa il 29 ottobre dello scorso anno la fase diocesana della Causa di Beatificazione con la ricognizione della fama di santità della Serva di Dio, ci siamo incamminati nell’attento esame della Sacra Congregazione dei Santi, supportati dalla Postulatrice Avv. Silvia Monica Correale e dalla costituzione nella nostra Arcidiocesi di una Segreteria Internazionale della Causa.

    Come ho già manifestato a conclusione dell’iter diocesano della Causa, è mio desiderio, ascoltato il parere della Sacra Congregazione per i Santi, presentare una edizione tipica e critica degli scritti, al fine di fornire un testo sicuro e fedele dell’opera di Luisa Piccarreta. A riguardo, ribadisco che la proprietà degli scritti è esclusivamente dell’Arcidiocesi.

    Devo, però, rilevare il crescente e incontrollato dilagare di trascrizioni, traduzioni e pubblicazioni sia su supporto cartaceo che informatico. Constato, infatti, una certa incongruenza tra ciò che la Piccarreta ha realmente scritto e ciò che le viene attribuito in alcune edizioni degli scritti. In taluni casi, inoltre, le sono attribuite convinzioni in contrasto con il Magistero della Chiesa, lontane dalla prassi della sua stessa vita. Per lo più si tratta di esagerate interpretazioni di alcuni passi degli scritti, estrapolati dal più ampio contesto.

    Ora, constatando il vasto fenomeno della diffusione degli scritti di Luisa e il formarsi di gruppi di preghiera sotto la guida di sacerdoti in tante Diocesi d’America e d’altri continenti, avverto l’urgenza di comunicarLe quanto segue.

    Per quanto riguarda la sua Diocesi, La prego di vigilare sulla ortodossia degli animatori dei gruppi.

    Da parte mia, La terrò costantemente informata sullo sviluppo delle edizioni degli stessi scritti di Luisa attraverso la segreteria costituita, e su quanto la Congregazione dei Santi vorrà segnalarmi.

    In comunione di preghiera e di servizio alla Chiesa, La saluto fraternamente e Le auguro ogni bene per la sua persona e la Chiesa che Ella guida.

    Resto a sua disposizione per ogni eventuale richiesta che vorrà farmi.
 

    Trani, 14 ottobre 2006  

Mons. Giovan Battista Pichierri
arcivescovo

Mons. Giovan Battista Pichierri
Commenti
Vuoi inserire un commento? Registrati oppure effettua il Login!
Ultimi commenti 0 di 0
Non sono presenti commenti