Ritorna ai vangeli

Assunzione di Maria

La vita della Sovrana Regina è stata formata nel Sole divino

13/08/2019
Commenta questo elemento

Carissimi fratelli e sorelle, Fiat e buona festa della Divina Volontà!

La gloria, la grandezza, la potenza di Maria SS.ma nella Patria celeste è insuperabile! La sua vita in terra è stata formata dentro il Sole Divino, non è mai uscita da dentro l'abitazione del suo Creatore, non ha conosciuto altro che la sola Volontà di Dio, non ha amato altro che i Suoi interessi, non ha chiesto altro che la gloria di Dio. Si può dire che ha formato il Sole della sua vita nel Sole del suo Creatore. Sicché chi la vuol trovare in Cielo, deve andare nel Sole divino, dove la Sovrana Regina, avendo formato il suo Sole, spande i suoi raggi materni a favore di tutti e sfolgora di tale bellezza che rapisce tutto il Cielo, e tutti si sentono doppiamente felici per avere una Madre così santa ed una Regina così gloriosa e potente. La Vergine è la prima figlia ed unica che possiede il suo Creatore ed è la sola che abbia fatto vita nel Sole dell'Ente Supremo e, avendo attinto la sua vita da questo Sole eterno, non è meraviglia che, vissuta di luce, abbia formato il suo Sole fulgido che rallegra tutta la corte Celeste.

Proprio questo significa vivere nella Divina Volontà, vivere di luce e formare la sua vita nel stesso Sole divino. Era questo lo scopo della Creazione, tenere le creature create da Dio, i suoi amati figli, nella sua stessa abitazione, alimentarle con i suoi stessi cibi, vestirle con abiti regali e far loro godere gli stessi beni. Quali Padri e Madri terrene pensano di mettere fuori della loro abitazione il parto delle loro viscere, i cari loro figli e di non dare la loro eredità ai propri figli? Nessuno! Anzi, quanti sacrifici non fanno per rendere ricchi e felici i propri figli? Se a ciò giungono un Padre ed una Madre terreni, molto più il Padre Celeste; voleva ed amava che i figli suoi restassero nella sua abitazione, per tenerli intorno a sé, per felicitarsi con essi e tenerli come corona delle sue mani creatrici. Ma l'uomo, ingrato, ha abbandonato l’abitazione divina, ha rifiutato i beni divini e si è accontentato di andare ramingo vivendo nelle tenebre della sua volontà umana.

don Marco
Commenti
Vuoi inserire un commento? Registrati oppure effettua il Login!
Ultimi commenti 0 di 0
Non sono presenti commenti