Tutte le news

Auguri per una vita nuova in Cristo Risorto!

Pasqua 2018

28/03/2018
Commenta questo elemento

 

Carissimi fratelli e sorelle, Buona Santa Pasqua di Risurrezione!

 

La risurrezione di Cristo ci dona una vita nuova.

In un’epoca di grandi trasformazioni e mutamenti, ciò che colpisce è che più di ieri, manca una direzione della storia e del suo sviluppo.

La nostra cristianità vive la cancellazione pratica di una meta luminosa promessa da Dio.

E anche là dove sembra esserci, spesso è soffocata se non addirittura sostituita da elementi riduttivi e mediocri.

Si è perduto il ruolo e la vicenda di Gesù, ossia di colui che iniziò come noi un cammino di vita fino a portare nella condizione divina la sua carne umana.

Ciò che si è realizzato in Gesù è il nostro destino, che a poco a poco va costituendosi nella nostra vicenda umana, nella storia e nel cosmo.

La vicenda di Gesù si chiama cammino pasquale. Un cammino che avviene nel tempo, consentendoci, con la forza dello Spirito, di appropriarci del Vangelo. L’uomo allora cresce, lasciandosi modellare da Gesù per diventare sempre più padrone di se stesso, sempre più libero da condizionamenti e scoprendo sempre di più chi è Dio.

Egli ci chiama a diventare conformi all’immagine del Figlio suo, attraverso una storia di attenzioni amorose che ci guarisce e ci migliora, fino a trasformarci nella condizione divina.

 

Pasqua dice allora un cammino di crescita, di progressiva liberazione da elementi devianti.

Pasqua è la scoperta di una umanità che si dilata verso il divino e che sempre di più ritrova se stessa.

Pasqua è la trama di una vita che realizza il sogno immenso di Dio sull’uomo.

 

 

 

“La vera felicità la porta la mia Volontà.

Solo Essa racchiude tutti i beni nell’anima

e, facendosi corona intorno all’anima,

la costituisce regina della vera felicità;

esse solo saranno regine del mio trono,

perché sono parto del mio Volere.

Molti mi videro, ma non mi conobbero,

perché il mio Volere non risiedeva in loro come centro di vita.

Il portento della mia Redenzione fu la Risurrezione,

che, più che fulgido sole, coronò la mia Umanità,

facendo splendere anche i miei più piccoli atti di uno splendore e meraviglia tale,

da far stupire Cielo e terra,

e sarà principio, fondamento e compimento

di tutti i beni, corona e gloria di tutti i beati.

La mia Risurrezione è il vero sole

che glorifica degnamente la mia Umanità,

è il sole della religione cattolica,

è la vera gloria di ogni cristiano.

Senza la Risurrezione sarebbe stato come il cielo senza il sole,

senza calore e senza vita.

Ora, la mia Risurrezione è simbolo delle anime

che formeranno la santità nel mio Volere;

i Santi di questi secoli passati sono simbolo della mia Umanità,

che, sebbene rassegnati, non hanno avuto atto continuo nel mio Volere,

quindi non hanno ricevuto l’impronta del sole della mia Risurrezione,

ma l’impronta delle opere della mia Umanità prima della Risurrezione;

ma i Santi del vivere nel mio Volere,

che simboleggeranno la mia Umanità risorta, saranno pochi;

difatti, la mia Umanità prima di morire la videro molta gente,

ma la mia Umanità risorta la videro pochi, solo i credenti, i più disposti

e, potrei dire, solo quelli che avevano il seme del mio Volere,

perché se non lo avessero avuto,

sarebbe mancata loro la vista necessaria

per poter vedere la mia Umanità gloriosa e risorta,

e quindi per essere spettatori della mia salita al Cielo.

Tu non sei nel numero dei molti, ma dei pochi;

perciò sii sempre attenta alla chiamata e al tuo volo continuo.”

(Vol XII, 15 Aprile 1919)

Auguri di vita nuova in Cristo Risorto!

Associazione Luisa Piccarreta
Commenti
Vuoi inserire un commento? Registrati oppure effettua il Login!
Ultimi commenti 0 di 0
Non sono presenti commenti