Tutte le news

Preghiera, ascolto, dialogo …

Incontro Gruppi della Divina Volontà Puglia-Basilicata 20 maggio 2018

30/05/2018
Commenta questo elemento

Domenica 20 maggio, nella solennità della Pentecoste, si è tenuto l’incontro con i gruppi della Divina Volontà di Puglia e Basilicata presso la Casa Della Divina Volontà in Corato. Questa casa fu fatta costruire appositamente da Sant’Annibale Maria di Francia per ospitare Luisa. Qui Luisa si trasferì e fu sistemata in una stanza attigua alla cappella di fronte all’altare e vi rimase per 10 anni. Questo cambiamento fu per Luisa fonte di gioia e novità in quanto, in primavera, lei che viveva allettata veniva portata con una sedia a rotelle nel giardino. E lì avvenne “il miracolo del sole”.

 

In un clima di fraterna accoglienza e dopo aver pregato le lodi mattutine si è passati all’ascolto della prima meditazione, tenuta da don Marco Cannavò, dal tema “La missione di Luisa e la nostra vita”. È stato messo in rilievo la figura di Luisa Piccarreta come anima mistica e vittima continuata, ma attraverso uno scenario storico; Don Marco ha messo in rilievo che sempre nella storia ci sono state anime mistiche (Santa Margherita Maria Alacoque, Santa Teresa d’Avila, S. Teresa del Bambin Gesù) così come ci sono state anime a cui Dio ha chiesto sacrifici d’immolazione fino ad arrivare a sacrificio del Figlio amato.

Dove sta allora la novità di Luisa?

 

Nel fatto che dove le altre Santità hanno raggiunto il loro punto di arrivo, per Luisa viene ad essere un punto di partenza. Pur rimanendo per tutti la necessità della pratica delle virtù con Luisa si passa ad una santità divina, cioè la santità propria di Gesù sulla terra. A Luisa è stato affidato il compito di trasmettere all’umanità le verità del Divin Volere attraverso le quali Gesù manifesta come la divinità agiva nella sua umanità e tutto questo per riportare l’umanità a riallacciarsi a quel punto fermo dopo il peccato e ricominciare a vivere il rapporto tra padre e figlio come nel Paradiso terrestre.

 

Dopo Maria (corredentrice) e Gesù, Luisa viene così ad essere il secondo anello di congiunzione a cui saranno congiunte tutte le altre creature. A questo punto ci chiediamo: così alta spiritualità è solo per anime elette? Gesù ha promesso che è per tutti coloro che si dispongono attraverso le conoscenze (non per i propri meriti) e seguendo gli stessi passaggi che Gesù ha fatto fare a Luisa. È stato infatti ribadito che le fondamenta del Divin Volere sono racchiuse nel primo volume per poi formarsi gradualmente alle verità sulla Divina volontà percorrendo i vari passaggi fino ad arrivare alla fusione della nostra vita con quella di Gesù come due ceri che si fondono.

 

Tutto questo passa attraverso la sofferenza e Luisa e la Vergine Maria sono state provate; anche Maria ha conosciuto il dolore. Questo è stato il tema della seconda conferenza “Maria Madre e Regina della Divina Volontà”.  Maria sacrificando incessantemente la sua volontà è divenuta Madre dell’umanità proprio nel momento della sua totale offerta sotto la croce di Gesù. Maria ha versato in sé il dolore, lo ha riparato, lo ha amato e anche quando non ha compreso, ha accolto e custodito la Volontà di Dio.  

 

A noi quindi il compito di modellare la nostra vita sull' esempio di Maria e Luisa per continuare questa scia luminosa delle virtù sulla Divina Volontà affinché scenda il Volere Supremo sulla terra.

Fiat

Anna Maria Ardito
Commenti
Vuoi inserire un commento? Registrati oppure effettua il Login!
Ultimi commenti 0 di 0
Non sono presenti commenti