Tutte le news

Comunicato dell'Arcivescovo D'Ascenzo

Indicazioni e prospettive a quanti sono interessati alla Serva di Dio Luisa Piccarreta

10/03/2020
Commenta questo elemento

Mercoledì 4 marzo 2020 nella Chiesa di Santa Maria Greca l’Arcivescovo ha presieduto la Celebrazione eucaristica nel ricordo della partenza per il Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta 73 anni fa. Al termine ha annunciato di aver scritto un COMUNICATO indirizzato a tutti i fedeli interessati alla Serva di Dio per «proporre alcune indicazioni e prospettive».

I membri dell’Associazione pubblica di fedeli “Luisa Piccarreta – Piccoli Figli della Divina Volontà” desiderano esprimere la loro gratitudine all’Arcivescovo per il Suo paterno incoraggiamento. Fanno proprie le parole che l’Arcivescovo ha espresso nel Comunicato ritenendole preziose indicazioni per l’azione non solo dell’Associazione di Corato ma anche per tutti gli altri gruppi della “Divina Volontà” nel mondo che vogliano conservare viva la loro appartenenza alla Chiesa.

In quella occasione l’Arcivescovo ha anche riferito del suo colloquio con il Cardinale Luis Ladaria, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, nel quale gli è stato reso noto che esaminando gli scritti della Serva di Dio «la Congregazione ha rilevato alcune criticità, alcune ambiguità di carattere teologico non riferibili alla vita e le virtù della Serva di Dio» e che pertanto la Congregazione non ha ritenuto opportuno dare il nulla osta. L’Arcivescovo ha quindi aggiunto: «Si apre una strada che può essere una opportunità, cioè quella di approfondire ulteriormente questi scritti con l’aiuto di studiosi esperti».

La notizia ha destato dolore in tanti che trovano nutrimento spirituale in questi scritti. Nel contempo, all’invito che l’Arcivescovo ci ha rivolto «alla disponibilità, all’impegno e alla pazienza»desideriamo rispondere con quella obbedienza che contraddistinse la stessa Luisa nel suo amore incondizionato alla Chiesa. Avanzeremo per la via che si apre davanti a noi, come abbiamo sempre fatto, prima di tutto con la forza della preghiera e con la perseveranza nelle attività che si renderanno necessarie. Come ci ha sollecitato a fare l’Arcivescovo nel Comunicato, continueremo a leggere gli scritti con «uno sguardo più attento all’intenzione dell’autrice, più fedele all’insegnamento della Chiesa e soprattutto illuminato dalla consapevolezza che la Divina Volontà è un appello misericordioso del Padre celeste rivolto alla libertà degli uomini e delle donne dei nostri tempi».

Sottolineiamo l’opportunità dell’invito che l’Arcivescovo ha rivolto nel Comunicato ai responsabili dei gruppi della “Divina Volontà” nel mondo «a rendere sempre più visibile l’unità con le sorelle e i fratelli di altri gruppi» per mezzo dell’adesione alla struttura di servizio “Famiglia del Divin Volere”. Siamo sicuri che sia giunto il tempo in cui il camminare insieme sia il modo più efficace per garantire la formazione e la diffusione della dottrina del “vivere nel Divin Volere”.

L’Arcivescovo ha concluso la Celebrazione dicendo: «questa benedizione al termine della Messasia di aiuto, di sostegno e di accompagnamento in questo nuovo percorso che da questa sera si apre davanti a noi e che richiede la buona volontà, la pazienza e l’impegno da parte di tutti. Il Signore ci aiuti e ci sostenga in tutto questo». Fiat

Sig.ra Vincenza Arbore

Presidente dell’Associazione

 

Don Sergio Pellegrini

Assistente ecclesiastico

Commenti
Vuoi inserire un commento? Registrati oppure effettua il Login!
Ultimi commenti 0 di 0
Non sono presenti commenti