Tutte le news

La festa più bella, più sublime, più grande!

15 Agosto - Festa dell'Assunta e Festa della Divina Volontà

14/08/2022
Commenta questo elemento

 

Il 1° Novembre 1950 Papa Pio XII proclama il Dogma dell’Assunzione di Maria al Cielo

L'augusta Madre di Dio, arcanamente unita a Gesù Cristo fin da tutta l'eternità «con uno stesso decreto» di predestinazione, immacolata nella sua concezione, Vergine illibata nella sua divina maternità, generosa Socia del divino Redentore, che ha riportato un pieno trionfo sul peccato e sulle sue conseguenze, alla fine, come supremo coronamento dei suoi privilegi, ottenne di essere preservata dalla corruzione del sepolcro, e, vinta la morte, come già il suo Figlio, di essere innalzata in anima e corpo alla gloria del cielo, dove risplende Regina alla destra del Figlio suo, Re immortale dei secoli

Una donna ha chiuso la porta del Cielo,

una donna l’apre per noi,

Maria, Madre del Signore! ( 2^ Ant.. Lit. Ore)

La festa dell’Assunta, è la festa più bella, più sublime, più grande. Cieli e terra sono investiti d’una gioia insolita, mai provata; gli Angeli, i Santi, si sentono investiti da mari di nuove gioie e nuove felicità ed inneggiano con nuovi cantici la Sovrana Regina, che col suo impero impera su tutto e dà gioia a tutti. Essa è la festa delle feste e l’unica e nuova che non si è ripetuta mai più. Nel giorno dell’Assunta, venne festeggiata per la prima volta la Divina Volontà operante nella Sovrana Signora; le meraviglie sono incantevoli, in ogni suo più piccolo atto, anche nel suo respiro, nel suo moto, si vedono tante Vite divine che scorrono come tanti Re negli atti suoi e che più che fulgidi Soli la inondano, la circondano, l’abbelliscono e la rendono così bella, che forma l’incanto delle Regioni Celesti. Questa Vergine Regina è un prodigio continuato, continua in Cielo ciò che fece in terra, perché quando opera la Volontà di Dio nella creatura, quell’atto non finisce mai e mentre resta in essa si può dare a tutti. Finisce forse il Sole di dare la sua luce perché ne ha dato tanta alle umane generazioni? Affatto; mentre ne ha data tanta è sempre ricco nella sua luce, senza perdere neppure una stilla di luce. Perciò la gloria della Sovrana Regina è insuperabile perché ha in possesso la Volontà  di Dio operante, che ha virtù di formare nella creatura atti eterni ed infiniti; ama sempre, né cessa mai d’amare con lo stesso amore di Dio, ama dappertutto e dovunque; il suo amore riempie Cieli e terra e corre a scaricarsi nel seno divino; ama tutti e fa amare Dio da tutti; La festa dell’Assunta è la più bella, perché è la festa della Divina Volontà operante in questa Gran Signora, che la fece così ricca e bella che i Cieli non possono contenerla, gli stessi Angeli si sentono muti, né sanno parlare di ciò che fa la Volontà di Dio nella creatura.

La sua bellezza è inarrivabile, incanta, affascina, conquista; il suo amore è tanto, che si porge a tutti, ama tutti e lascia dietro di sé mari d’amore. Si può chiamare Regina d’amore, vincitrice d’amore, L’uomo, col fare la sua volontà, spezzò i vincoli col suo Creatore e con tutte le cose create, questa Celeste Creatura col fare sempre la Volontà di Dio, con la potenza del ‘Fiat’ che possedeva, vincolò il suo Creatore con le creature, vincolò tutti gli esseri insieme, li unì, li riordinò di nuovo e col suo amore dette la novella vita alle umane generazioni.

Una Donna vestita di Soli, vola verso la Sua Celeste Dimora. I suoi atti, trasformati in Soli la coronano e la proclamano Regina della Divina Volontà.

Fiat!

La Redazione
Commenti
Vuoi inserire un commento? Registrati oppure effettua il Login!
Ultimi commenti 0 di 0
Non sono presenti commenti